D. José Mª Michavila Núñez Your address
Ministro de Justicia
San Bernardo, 45 - 28071 Madrid
Fax: 91 390 22 77
e-mail: ministro@mju.es


D. José Mª Aznar
Presidente del Gobierno
Complejo de la Moncloa - 28071 Madrid
Fax: 91 390 02 17
e-mail: JMaznar@presidencia.gob.es

Egregio Primo Ministro / Ministro della Giustizia, Spagna:

Oggetto: Olocausto Eterno per gli Animali

da quanto ho potuto capire, il Codice Penale recentemente riformato provvede che il maltrattamento degli animali domestici diventerà punibile come delitto criminale. Da una parte, tale iniziativa mi risulta molto gradita, d’altra parte vorrei anche sapere di più per quanto riguarda la legislazione proposta, cioè:

Il maltrattamento comprenderà il fatto di tenere un cane in catene per tutta la sua vita?

Il maltrattamento comprenderà l’abbandono di un animale domestico?

Il maltrattamento comprenderà il fatto di privare un cane malato or agonizzante di cure veterinarie, di acqua e/o di cibo?

Il maltrattamento comprenderà il fatto di tenere un cane assieme a decine di altri cani che si strappano a pezzi perché sono chiusi in una gabbia affollata nei cosiddetti ‘realas’?

Nel Vs. parere, il maltrattamento comprende la somministrazione dell’eutanasia ad un animale con una sostanza che conduce ad una morta lenta e dolorosa per l’asfissia senza somministrare nessun tipo di anestesia - anche se ciò è considerato immorale e crudele in altri paesi?

Nel Vs. parere, il maltrattamento comprende il fatto di costringere migliaia di cani utilizzati agli scopi dello sport e della caccia a subire delle condizioni dure, solo per essere poi abbandonati, impiccati or uccisi in qualche altra maniera ugualmente crudele e brutale, nel momento in cui non risultano più utili ai loro padroni?

Il mio parere è che un cambiamento del Codice Penale è una necessità IMMEDIATA in maniera tale che QUALSIASI MALTRATTAMENTO DEGLI ANIMALI venga considerato UN DELITTO CRIMINALE.

Onde evitare eventuali scappatoie ed ambiguità nella legge, il processo di riforma del Codice Penale dovrebbe coinvolgere le società di beneficienza, e la nuova legge dovrebbe essere il risultato di un consenso, in quanto tali società hanno presentato ripetutamente al Ministero della Giustizia i loro suggerimenti. La legge, o i provvedimenti modificativi e/o successivi alla stessa, deve definire con la più assoluta trasparenza e senza bisogno di eventuali interpretazioni ulteriori, gli enti ufficiali incaricati di assicurare che la legge venga applicata ed eseguita, e li deve autorizzare a prendere ogni misura necessaria in tal senso. Tali enti devono essere investiti dei più ampi poteri necessari per ispezionare e stipulare il modo in cui gli animali vivono e muoiono in dei recinti per cani randagi, dei rifugi e complessi di canili, ubicati su proprietà sia pubblica sia privata, e di intraprendere procedimenti legali alla propria iniziativa, senza dover ricevere un reclamo formale da parte di terzi, in modo da assicurare che i colpevoli vengano puniti.

#Vi devo ricordare del fatto che la Spagna ha una delle peggiori reputazioni in tutta l’Europa per quanto riguarda la protezione degli animali, e che altri paesi tipo la Francia, la Germania, l’Austria, l’Italia, la Svezia, il Regno Unito e la Svizzera puniscono il maltrattamento con un periodo di reclusione di fino ad un anno.

Vorrei sapere il Vs. parere personale su questo argomento, nonché le conclusioni del Comitato Consultativo del Vs. Ministero.

Distinti saluti.

[nome e cognome]